San Nicola: Patrono di Guilmi - Alla scoperta delle nostre tradizioni
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Spataro su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Spataro Attualità 24/11/2018 24/11

    San Nicola: Patrono di Guilmi

    Alla scoperta delle nostre tradizioni

    Il patrono del nostro paese è San Nicola, lo festeggiamo il 5  maggio, data in cui la sua statua venne portata a Guilmi nel 1885, donata dai paesani guilmesi emigrati in Argentina, per far capire che erano arrivati sani e salvi dopo un mese di viaggio in nave.

    San Nicola, originario di Patara e vescovo della città di Myra, dove è morto nel 343. Protettore dei marinai, delle famiglie povere e dei bambini. Famoso a Bari dove la sua festa viene celebrata il 9 maggio, quando le sue spoglie vi arrivarono nel 1087.

    La leggenda più famosa narra di tre fanciulle molto povere le quali non potevano essere date in mogli. San Nicola impietosito dalla loro sofferenza decise di aiutarle donando loro tre sacchetti di monete d’oro, uno per ogni fanciulla, regalando alle povere famiglie una gioia immensa, infatti è conosciuto in Inghilterra come Santa Claus.

    Un’altra leggenda molto famosa narra di tre bambini uccisi da un macellaio per venderne la carne. San Nicola vedendo questo fece tornare in vita i tre bambini.

    A Guilmi la festa di San Nicola viene svolta il 5 maggio. Tutto il paese, uno o due giorni prima, prepara i cesti e le conche piene di roba da mangiare o altro. Quel giorno ci si veste con i vestiti tradizionali abruzzesi.

    Alle 11:30 si va in chiesa con i cesti e le conche posizionate a fianco alla statua. Finita la messa si fa la processione per il paese: arrivati davanti al campo sportivo ci sono gli spari in onore del santo e poi si ritorna in chiesa per rimettere la statua a posto.

    Dopo la festa alle 18 si fa la “riffa” dove si mettono all’asta le conche e i cesti che vengono comprati dalla gente. Si compra molto proprio perchè è tutta roba buona e fatta in casa.

    Colameo Davide e Miceli Domenico Classe IIA

    S. S. I Grado di Gissi

    Istituto Omnicomprensivo “G. Spataro”

    di Redazione Spataro


    Parole chiave:

    cultura

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi