Riflessioni sulla Giornata della Memoria - Nella Pluriclasse di Furci
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Spataro su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Spataro Attualità 01/02 01/02

    Riflessioni sulla Giornata della Memoria

    Nella Pluriclasse di Furci

    Lunedì 27 gennaio, per celebrare il Giorno della Memoria, il nostro Istituto ha organizzato, nella sede dell’ITE di Gissi, una manifestazione alla quale hanno preso parte tutte le classi delle varie scuole. Anche noi abbiamo partecipato leggendo un testo frutto di alcune riflessioni svolte in classe sull’argomento. Ecco il testo del nostro intervento:

    «Il 27 gennaio 1945 i soldati dell’Armata Rossa abbattevano i cancelli di Auschwitz rivelando al mondo l’orrore della Shoa e dei campi di sterminio tedeschi.

    Con una legge del 20 luglio 2000 la Repubblica italiana ha istituito “Il Giorno della Memoria”. Nel primo articolo di questa legge si riconosce il 27 gennaio come data simbolica per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

    Questa legge vuole quindi ricordare non solo le vittime di uno dei crimini più gravi commessi nella storia dell’umanità, ma anche coloro che si sono battuti per la giustizia e che non sono rimasti indifferenti di fronte alla violenza e alla sopraffazione.

    A partire dal 2005, dopo una risoluzione dell’Onu, anche a livello internazionale questa data iniziò a celebrare il ricordo delle vittime dei campi di concentramento.

    Liliana Segre è una delle sopravvissute ad Auschwitz che ha dedicato la sua esistenza a testimoniare, soprattutto tra i giovani, la sua esperienza, nella speranza che simili avvenimenti non riaccadano più. Grazie al suo impegno il 19 gennaio 2018 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella l’ha nominata Senatrice a vita “per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo sociale”.

    Recentemente la Senatrice è stata messa sotto scorta a causa di minacce ricevute anche via social. Questo dimostra che le persone non hanno rispetto della storia personale di Liliana Segre e nemmeno della sofferenza che quella terribile pagina di storia ha generato.

    Inoltre è sempre più evidente come l’antisemitismo e in generale l’intolleranza verso il diverso siano sempre più dilaganti nella nostra società.

    Lo scrittore Primo Levi, anche lui testimone diretto dell’orrore dei campi di sterminio, nella sua opera “I sommersi e i salvati” ha detto: “è avvenuto, quindi può accadere di nuovo: questo è il nocciolo di quanto abbiamo da dire”.

    Da queste parole deduciamo quello che è lo scopo della Giornata della Memoria, cioè ricordare e tramandare le testimonianze di quando è successo in un passato nemmeno troppo lontano da noi, perché simili avvenimenti non accadano mai più».

    S.S. I Grado di Furci

    di Redazione Spataro


    Parole chiave:

    iniziative

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi